Chi siamo

Chi e cosa c'è dietro Dragonfly?

Le nostre sculture luminose sono ispirate alla natura, ognuna assolutamente unica e impossibile da ricreare.

Ci lasciamo ispirare da ogni singolo legno, ognuno dei quali ci suggerisce quale altro materiale incorporare e il punto migliore dove collocare la luce, enfatizzandone la forma.

I legni che utilizziamo sono modellati dal tempo e dal movimento continuo, a volte lento, a volte impetuoso, degli oceani…

Camminando sulla spiaggia, i nostri occhi scrutano tra i legni restituiti dal mare, alla ricerca del pezzo ispiratore.

La visione di Dragonfly si può definire come un incontro, un dialogo tra uomo, natura e tempo.

Il nostro intento è quello di realizzare oggetti che possano creare emozioni e trasmettere armonia e bellezza.

Diamo nuova vita a qualcosa che si pensava fosse giunto al capolinea.

Michele

Michele è nato nel sud Italia e si è trasferito in giovane età, con la famiglia, nella periferia di Milano.

Diplomato come perito elettronico in informatica, ha sempre avuto una vena artistica che ha canalizzato principalmente nella musica, sviluppando la passione per gli strumenti a percussione.

A 30 anni decide con la sua compagna Maria di lasciarsi tutto alle spalle e iniziare una nuova vita a Panama, in riva all'oceano, dove per anni ha gestito un B&B e dove ha potuto sviluppare le sue innumerevoli capacità manuali.

Le passeggiate sulla spiaggia deserta gli hanno dato l'ispirazione per iniziare questo progetto, e la fusione con il talento di Emanuela ha dato vita alle opere di Dragonfly

Emanuela

Emanuela, italiana nata a Bergamo e cresciuta a Milano, ha una laurea in architettura e diverse esperienze lavorative che vanno dall'exhibition design, alla fotografia, alla collaborazione con un'azienda indiana che produce bellissime carte fatte a mano.

Infine apre, come titolare “Arte&Carte”, un piccolo negozio nel cuore di Milano, con annesso un laboratorio dove insegna e approfondisce diverse tecniche decorative.

Nel 2013 si trasferisce a Panama con Marco, il suo compagno, alla ricerca di una migliore qualità di vita, a contatto con la natura e lontana dai ritmi frenetici di Milano. Con loro vive anche Nina, il loro amato cane.

Negli ultimi anni ha riscoperto l'amore e l'inclinazione per le manualità, che spaziano dalla cucina alle arti creative. Questo suo talento, fuso con quello di Michele, ha dato vita a Dragonfly.